Cooperativa Coraggio Logo

Terre pubbliche

Agricoltura sociale, biologica, multifunzionale. Accesso alla terra, giovani, formazione. Dovrebbero essere le parole chiave dello sviluppo del nostro paese: partire dalle criticità, risolvendole con proposte costruttive. Le Terre pubbliche possono rappresentare un primo volano di questo sviluppo. Ma solo se concesse al lavoro di giovani esperti, ma senza terra, in una ottica di redis tribuzione delle risorse e ricambio generazionale vero, sostenuti economicamente ed amministrativamente.

terre pubbliche terre pubbliche
  • In Italia 715.000 ettari di SAU (superficie agricola utilizzata) di terre pubbliche, di cui 380.000 ettari solo dell’agenzia del Demanio
  • di cui 42.000 ettari solo nel Lazio

Affidare Terre pubbliche significa:

  • creare presidi ambientali ricchi di biodiversità tramite aziende agricole biologiche
  • creare presidi culturali, nella chiave dell’agricoltura multifunzionale e del parco agricolo
  • dare posti di lavoro
  • ospitare progetti sotto il controllo e il vincolo delle Amministrazioni
  • redistribuire ricchezza e risorse, favorendo sviluppo ecologico
terre pubbliche

La gestione dei 22 ettari di Borghetto san Carlo, affidati dal 2015 con contratto di affitto da Roma Capitale, vuole essere la realizzazione di un progetto pilota a dimostrazione delle possibilità dell’agricoltura urbana multifunzionale su terre pubbliche. Per questo, sul nostro caso, sono stati svolti studi e analisi di scala internazionale, come quelli afferenti al VII Programma Quadro della Commissione Europea:

terre pubbliche