Serata “Una Cena da marciapiede” … Racconti e menù!

_MG_6776-2

Soprattutto una bella serata, e rigraziamo tutti quelli che ci hanno sostenuto in questo esprimento!

Siamo al solito partiti da un principio:

se le lotte, anche le più impegnate e serie, si costruiscono con il sorriso, con il piacere, con lo stare insieme, queste lotte saranno più forti e durature.


_MG_6720Per parlare dello spreco, quello del 37% sulle migliaia di pasti delle mense romane, di un terzo delle produzioni agrolimentari mondiali, dei 40 e più kilogrammi gettati in media da ogni romano in un anno, abbiamo deciso di sederci intorno ad un tavolo.

Abbiamo dimostrato praticamente quanto buona possa essere la “cucina del giorno dopo”, degli avanzi del nostro frigorifero: perchè gran parte dello spreco si commette proprio tra le mura domestiche, ospiti degli accumuli dei 3×2 e di prodotti inscatolati e impacchettati.

Abbiamo dimostrato quanta verdura ancora buona viene accantonata nei mercati rionali … cucinandola ad arte.

Abbiamo dimostrato come nei piatti poveri e semplici si nasconda il gusto più raffinato, e questo perchè il vero cuoco è quello che sa togliere ingredienti, non quello che mescola sapori confondendo i palati.

E voi tutti che avete partecipato avete dimostrato che abbiamo ragione, perchè i piatti sono tornati in cucina tutti vuoti e ben puliti … la parola d’ordine era “fate la scarpetta e non sprecate nulla!”.

 

_MG_6744-2Abbiamo parlato di politica e politiche, protocolli e progetti delle amministrazioni e abbiamo capito che solo partendo da noi stessi e dalle pratiche quotidiane arriveremo ad incidere sulle strategue di più ampio respiro, facendo pressione spontanea sulle decisioni istituzionali.

 

E che dire del video? bé … che va visto: http://bit.ly/17LJuWb

E del Menù? eccolo per voi, che sia da suggerimento, ed invito alla prossima Cena da Marciapiede:

 

Antipasti

– Pittule di cavolo nero

La pasta della pizza riesce a valorizzare tutti i tagli delle verdure

– Polenta e Verdure spontanee

La polenta del giorno prima acquista valore se fritta, qui accompagnata dalle erbe che ci ragalano i campi incolti

– Pappa al pomodoro

le nostre nonne non avrebbero mai buttato il pane di qualche giorno fa …

 

Primi

– Acqua cotta

Dalla tradizione toscana una zuppa che fa il suo meglio con i prodotti dell’orto della giornata

– Linguine rape rosse, capperi e pecorino

Povere le rape rosse … arricchiamole con il pecorino romano, cugino “economico” del Parmigiano

 

Secondi

– Polpette di bollito

Niente più che pane raffermo e carne bollita, grazie alla quale ieri abbiamo gustato anche il nutriente brodo

– Baccalà in crosta

Anche il pesce non ce lo facciamo mancare, anche  senza sprecare per un trasporto veloce ogni mattina

 

Contorni

– Bucce di patata

Ricordate le patate nella zuppa e nelle polpette? Non avrete mica gettato le bucce?

– Sformato di cavolfiore

Un cavolfiore un po’ ammaccato? Il suo sapore rimane lo stesso, complice besciamella e crosta di pane

 

_MG_6780-2Dolci

– Torta di pane

– Sigarette di mandorla

About Author: coraggio
Coraggio è la volontà di costruire futuro, passioni e competenze, lavorando insieme con un orizzonte comune. Cooperativa Romana Agricoltura Giovani è sinergia di esperienze e figure professionali (agronomi, braccianti, architetti, cuochi, operatori sociali, manovali specializzati) per fornire proposte e servizi in ambito agricolo e rurale, e rispondere alle esigenze della Città. Promotori della vertenza “Terre pubbliche ai giovani agricoltori”, creiamo lavoro, valorizzando risorse ecologiche e umane.

Comments are closed.